Blog: http://LiberaliPerIsraele.ilcannocchiale.it

Chi dei due prende in giro gli israeliani?

 

“Gilad Shalit sta bene”. "Il presidente egiziano non ne sa nulla”. Nel giro di 24 ore due dichiarazioni di opposto tenore sulle condizioni del caporale israeliano rapito dagli islamici di Hamas sono giunte dal Medio Oriente. Dapprima il rais egiziano Hosni Mubarak ha dichiarato davanti al capo dello Stato ebraico Shimon Peres, in visita al Cairo, che il giovane militare stava bene, aggiungendo: “porremo presto fine a questa vicenda”. Oggi invece un portavoce di Hamas, ripreso da fonti internazionali di agenzia, ha dichiarato che Mubarak non ne sa nulla. Il movimento islamico ha fatto del silenzio attorno alle sorti di Shalit uno dei punti di forza a proprio favore per alzare la posta con Israele nel caso in cui le due parti si accordino per uno scambio di prigionieri. Neppure alla Croce Rossa Internazionale è stato permesso di visitare il prigioniero nel corso degli ultimi tre anni.


L’intelligence egiziana media da mesi tra israeliani e Hamas per giungere a uno scambio di prigionieri, tuttavia nelle ultime ore il portavoce dell'organizzazione islamica, Usamah al-Mizeini, ha negato la preparazione da parte del suo movimento di una nuova lista di detenuti palestinesi in sostituzione di quella con 450 nomi preparata mesi fa. Al-Mizeini ha anche negato che Hamas abbia ricevuto un invito recente a riprendere il dialogo con gli israeliani sulla questione, quindi ha aggiunto che la stessa Hamas “ha pochi contatti” con i sequestratori.

 
Il Velino

Forse entrambi?

 

 esperimento

Pubblicato il 12/7/2009 alle 10.47 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web